Tavolo di lavoro: “Come tu mi vuoi”

Venerdi 24 Novembre, nell’ambito delle iniziative organizzate dall’assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Velletri si è tenuto un vivace e partecipato tavolo di lavoro organizzato dall’Aispac intitolato “Come tu mi vuoi”.

Convegno 24 Novembre

L’evento ha visto la partecipazione di un folto e attivo pubblico che ha interagito con i relatori dando vita ad un dibattito anche molto acceso.

 

Il tutto si è aperto con i saluti istituzionali di rito da parte dei padroni di casa, l’Assessore Trenta e la Consigliera Solinas. La Dott.ssa Maria Pia Turiello, presidente Aispac, ha successivamente presentato i relatori intervenuti e aperto il tavolo di lavoro.

La platea ha vissuto subito momenti intensi quando l’Avvocato Iolanda Cennamo ha portato la sua toccante e personale testimonianza di professionista vittima di minacce e stalking ad opera del suo ex compagno.

Successivamente è intervenuta la giornalista e scrittrice Elisabetta De Nardis che, presentando il suo nuovo libro “Sei mia”, ha lasciato intuire come le vicende vissute dalla protagonista del racconto rispecchino in parte quanto la stessa giornalista stia attualmente vivendo a causa della separazione dal proprio compagno.

L’intervento della Consigliera regionale Eleonora Mattia ha invece illustrato le iniziative intraprese e i progetti futuri, in ambito regionale, per fornire supporto alle vittime di reato.

A seguire ha preso la parola l’Avvocato Giuseppe Lavigna che si è concentrato sulla prevenzione del fenomeno e che al tempo stesso invita le vittime di violenza a denunciare e aver fiducia nel diritto senza lasciarsi tentare da facile giustizialismo e vendetta suscitando un acceso dibattito in sala e tra i relatori.

Il dott. Andrea Bernetti, presidente del Centro Ascolto Uomini Maltrattanti di Roma, ha parlato della necessità di ascoltare e costruire percorsi per gli uomini autori di violenza ai fini del loro recupero in modo tale da evitare che possano esserci recidive e reiterazioni di violenze una volta espiata la pena.

L’intervento dell’Avvocato Massimo Rossi ha toccato l’aspetto sociale del fenomeno sostenendo che la comunità ha il dovere morale di eliminare questa piaga sociale ed evitare l’odioso fenomeno per cui “Si accetta da parte della società la violenza sul più debole”. Ha inoltre biasimato il comportamento spregiudicato di alcuni avvocati e donne che presentano denunce false evidenziando come queste siano una rovina per le vere vittime di violenza cui purtroppo può capitare che vengano archiviate le proprie denunce. Per questo motivo è molto  importante formare gli operatori delle forze dell’ordine e della giustizia in modo che siano in grado di effettuare un corretto discrimine per individuare immediatamente gli episodi di violenza reali che necessitano di tutele immediate.

Infine è stata mostrata un’intervista realizzata dall’associazione Eppur si Muove alla dottoressa Alessandra Kustermann del Policlinico di Milano, prima in Italia ad aprire uno sportello antiviolenza all’interno di un ospedale.

L’Aispac rivolge un sentito ringraziamento a tutti partecipanti ed in particolar modo ai gentilissimi relatori rimasti fino alla fine del convegno nonostante li attendesse  un lungo viaggio per rientrare nelle loro sedi.

 

 

 

 

 

La risposta delle istituzioni alla violenza di genere: dalla denuncia alla sentenza. Attualità e prospettive di riforma

Il 22 Giugno si è tenuto a Roma, presso i palazzi della Camera dei Deputati, nella sala intitolata a Nilde Iotti, il convegno dal titolo “La risposta delle istituzioni alla violenza di genere: dalla denuncia alla sentenza. Attualità e prospettive di riforma”.

L’evento ha visto la partecipazione di illustri relatori che hanno saputo coinvolgere un pubblico interessato e partecipe sulle tematiche trattate.

locandina

 

COMUNICATO STAMPA

VENERDÌ 22 GIUGNO 2018, DALLE ORE 15:00 ALLE ORE 19:00, in occasione del Convegno “La risposta delle istituzioni alla violenza di genere: dalla denuncia alla sentenza. Attualità e prospettive di riforma”, organizzato dall’AISPAC Associazione Italiana Studio Prevenzione Analisi Crimini, con la collaborazione del C.M.F.R. Camera Minori e Famiglia di Roma, aderente all’Unione Nazionale Camere Minorili, presso la Sala Nilde Iotti, Palazzo Theodoli Bianchelli, Piazza del Parlamento 18, Roma, si confronteranno, in un dibattito che si preannuncia molto vivace, il dott. Valerio de Gioia, Giudice della prima sezione penale del Tribunale di Roma, il Prof. Avv. Francesco Mazza, Ordinario di diritto penale Uni Cassino, l’Avv. Massimo Rossi, Penalista del foro di Siena, l’Avv. Eugenio Bisceglia, Presidente Camera Minori e Famiglia di Roma.
I lavori, preceduti dai saluti dei rappresentanti delle istituzioni, saranno coordinati dalla
dott. ssa Maria Pia Turiello, Criminologa forense, Presidente AISPAC.
Oggetto del dibattito saranno le criticità e i punti deboli della risposta delle istituzioni dalla fase della acquisizione delle denuncia a quella della celebrazione del processo) al preoccupante fenomeno della c.d. violenza di genere e alla tutela da assicurare alla vittima vulnerabile alla luce delle recenti riforme del processo penale – il riferimento è alla maggiore tutela offerta agli orfani di crimini domestici (quale l’uxoricidio) con la legge n. 4/2018 –, illustrati dalla viva voce degli operatori del dritto (magistrati, avvocati e criminologi forensi), in un contraddittorio costruttivo, al fine di capire quali siano le esigenze più immediate e, soprattutto, quali interventi ci si attende dal Parlamento per rendere il sistema giustizia più funzionale, specializzato, rapido e vicino alle vittime non solo primarie ma anche secondarie – come nel caso della c.d. violenza assistita – che le statistiche indicano in costante crescita.

 

 

 

 

“Separazioni meno conflittuali, bambini più garantiti”, convegno del 13 aprile 2018

Venerdì 13 aprile, a partire dalle ore 16:00, presso l’aula polifunzionale del Tribunale di Velletri si terrà il convegno sul diritto di famiglia dal titolo “Separazioni meno conflittuali, bambini più garantiti”. Il convegno è organizzato dall’AISPAC in collaborazione con l’Associazione Nazionale Familiaristi Italiani e la Camera Minori e Familiaristi di Roma e la partecipazione del Movimento Forense.

Separazioni meno conflittuali, bambini più garantiti

Chiunque si volesse prenotare può inviare una mail ad uno dei seguenti indirizzi: aispacanalisicrimini@gmail.com oppure  movimentoforensevelletri@gmail.com